Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Strumenti’ Category

State cercando un editor di immagini che non vi fagociti il 99% della ram, che sia accessibile ovunque, facile da usare e soprattutto gratuito? Il web è pieno di queste applicazioni, ma ho scoperto il servizio offerto da Aviary che sembra essere di tutto rispetto.

Basta registrarsi, come al solito (do ut des), per avere nel proprio browser (se non avete abilitato Flash, fatelo subito) perfettamente integrato, una serie di prodotti per catturare e lavorare su screenshot, per l’elaborazione di immagini, per il disegno vettoriale, la gestione dei colori e degli effetti grafici, oltre a uno strumento per lavorare sull’audio, che integra il pacchetto in modo intelligente.

Ancora: se usate Mozilla c’è un ottimo add-on (che si chiama Talon) per la cattura delle immagini dal web.  Se poi siete proprio pigri e non avete voglia di approfondire leggendo, aviary vi propone una bella serie di video introduttivi ad ogni prodotto.

Che dire? Una bella risposta al software sempre piu’ performante, pesante e costoso che viene messo in circolazione e spesso utilizzato da molti utenti a meno del dieci percento delle possibilità. Quante volte abbiamo visto strumenti come Photoshop o Illustrator impiegati per pochi ritocchi o semplici ridimensionamenti. E poi, il fascino dei prodotti di Avery (trad: aviario) che sono stati chiamati con splendidi nomi di stampo ornitologico (Phoenix, Toucan, Myna, Raven, Falcon, Peacock) ha sul sottoscritto un fascino impareggiabile.

Read Full Post »

Twitter

Twitter inizia a diffondersi anche in Italia. Il blog di Vita dedica un articolo al principale antagonista (?) di Facebook. Il solito dilemma: lucciole o lanterne? La discussione è aperta…

Read Full Post »

Il PDF si converte

Chi traffica su siti internet che prevedono news e aggiornamenti frequenti, si sarà trovato più di una volta alle prese con lunghi comunicati in formato PDF quasi impossibili da trattare e, quindi, destinati a essere ribattuti da cima a fondo.

PDFtoWORD è un convertitore di formato che ci risparmia minuti di lavoro passati a riscrivere infiniti programmi di convegni, dichiarazioni virgolettate, regolamenti e abstract.

Noi inviamo al sito il documento in PDF, lui ne spedisce una copia in DOC o RTF nella nostra casella di posta.  Quasi infallibile!

Read Full Post »

Viene in mente davvero Benigni, forse il miglior Benigni di sempre, quello di Daunbailo’, quando si scopre il sito di Scrim , che intanto affascina per la sintesi totale della url (http://scr.im ). 

A che cosa ci serve Scrim? A proteggere il nostro indirizzo mail, troppo ghiotto per gli spammers. Sappiamo bene che se lo pubblichiamo in qualsiasi pagina web, potrebbe anche essere il manuale di istruzioni di un tostapane polacco,  in dieci minuti la nostra casella si riempie di schifezze che vanno dai farmaci portentosi agli inviti, in bielorusso, delle poste italiane.  I robot che scrutano il web e rubano indirizzi saranno anche stupidi ma non dormono mai. 

Scr.im ci dà una piccola mano. In pochi secondi impostiamo l’indirizzo che vogliamo proteggere, scegliamo una url che ci piace, ma che inizierà sempre per http://scr.im/ (se non è disponibile quella che vogliamo, ci suggerisce lui) e poi gli chiediamo con un click di proteggere la nostra mail.

A quel punto potremo indicare nella nostra firma, nel sito o dovunque ci piaccia semplicemente quella url ossia http://scr.im/quellochecipare….

Chi va in quella pagina troverà non la nostra mail, ma uno di quei veloci check antirobot che ci invitano a scegliere , tra dodici possibilità, quella che riproduce un codice alfanumerico  riportato a  fianco (per fortuna non ce lo fanno riscrivere, come capita mille volte con estremo fastidio, a mio parere). Lo chiamano quick humanity check e se ci pensate un attimo scoprite che è un termine fantastico: mi ha fatto venire in mente Philip Dick.

Et voilà, dopo l’humanity check il nostro indirizzo mail appare.

Piu’ facile da vedere che da leggere. Per esempio, se volete la mia mail andate su http://scr.im/ettore 

E se poi non ci piace questo sistema, c’è sempre  CHXO (ma come si legge?) che in 4 e 4 8 ci genera una immagine del nostro account di posta, che possiamo poi incollare quà e là nei nostri testi o pagine web, tanto il robot non se ne accorge mica (linguaccia). 

Homer Scream

Read Full Post »

Nasce un social network per le “buone azioni” – Una sorta di “google” per raccogliere le cause sociali nel mondo e trasformarle in obiettivi per i singoli utenti: si chiamerà “Ifwerantheworld” (www.repubblica.it)

Read Full Post »

Wired Italia

wiredWired, la “Bibbia” americana dedicata alle nuove tecnologie e all’innovazione, sbarca in Italia.

Un assaggio del primo numero qui.

Read Full Post »

Vita.it ha messo a disposizione uno strumento molto utile per rimanere aggiornati sui temi che più ci interessano senza riempire il nostro reader di feed fuori tema.

In homepage, infatti, in basso, trovate un ampio box coi tag di ogni articolo inserito. Da lì è  possibile iscriversi al feed RSS di ciascun vocabolo. Ciò  ci permette non solo di rimanere costantemente aggiornati sugli argomenti che più ci interessano, ma di targettizzare “al millimetro” i nostri flussi di informazione: dal Servizio civile alle Fondazioni, dalla Caritas a Oxfam, potendo però distinguere  fra credito e banche, fra povertà e senza tetto.

Read Full Post »

Older Posts »